Istanbul un minimo di storia giusto per capire Istanbul - Istanbul turismo

Vai ai contenuti

Menu principale:

Istanbul un minimo di storia giusto per capire Istanbul

vedere e visitare

Un  brevissimo cenno di storia per una città dalla cultura millenaria come Istanbul è indispensabile e da  un’idea più completa della città.
L’area su cui sorge la moderna Istanbul era abitata già 3.000 prima di Cristo.  Bisanzio , questo è il primo nome di Istanbul,  venne fondata però molto più tardi , nel settimo secolo a. C.,  per volontà di  Re Bizante di Megara  (città della Grecia) . E’ chiaro lo scopo tattico della scelta di questa area per edificare la città , la posizione sullo stretto che unisce Europa ed Asia e che controlla il traffico tra Mar Mediterraneo e Mar Nero la rende unica per il controllo del commercio e quindi molto ambita.


istanbul palazzo dolmabahce

Nel corso del secolo successivo furono  i Persiani a prendere  il controllo della citta' durante l’invasione dell'Asia Minore, ed i greci non la riconquistarono fino a quando ,    Alessandro Magno  , nel quarto secolo a.C., non ci riuscì .
Nel secondo secolo a.C. entrò a far parte  dell'Impero Romano grazie a  Settimio Severo che la  conquisto'  Bisanzio dopo un assedio .  La città rimase parte dell’Impero Romano per diversi secoli. Anzi , l’imperatore Costantino nel 330 d.C. cambiò il nome da Bisanzio in Nova Roma  , probabilmente il meno nota tra i nomi che Istanbul ha assunto nel corso della sua storia millenaria. Già all’epoca la città si ergeva su 7 colli , come Roma, appunto.  Durante il periodo romano la città crebbe  si sviluppo e si arricchì di numerosissimi edifici e strutture rilevanti e dopo la caduta dell’Impero Romano , nel IV secolo , acquisì  un’importanza ancora maggiore particolarmente dal punto di vista commerciale
Nel Medioevo , Costantinopoli , era una città molto importante e già molto vasta e molto popolata, basti pensare che nel X secolo la popolazione della città era di circa 1.000.000 di abitanti !   Benchè nel corso del VII ed VIII secolo Costantinopoli sia stata sottoposta ad assedio da parte di persiani ed arabi , grazie alle sue mura poderose  ed imponenti non fu sopraffatta.  All’inizio XIII i cavalieri della Quarta Crociata riuscirono a conquistare   Costantinopoli    saccheggiando la città e depredandola delle sue ricchezze . Inizio un periodo di declino.   Fu un paio di secoli più tardi , nel maggio del 1453 , che Maometto II (Mehmet II) prese la città dopo un assedio durato quasi 2 mesi. Il Sultano Mehmet  II  il Conquistatore fece di Costantinopoli la capitale dell’Impero Ottomano e questo fu per la moderna Istanbul un periodo di grandissima prosperità e sviluppo . I Sultani che si succedettero costruirono nel corso degli anni , palazzi  moschee  ed infrastrutture e  la città mantenne il suo carattere cosmopolita e tollerante.  La prima guerra mondiale e la conseguente sconfitta dell’Impero Ottomano crearono una nuova situazione. Istanbul infatti era occupata dagli alleati e fù così che Mustafà Kemal , successivamente conosciuto come Atatürk , vinse la guerra per l’indipendenza e nel 1923 proclamò la Repubblica dando vita alla moderna Turchia.  Fu allora che la capitale fu spostata da Istanbul ad Ankara che si trova proprio al centro della Turchia . Istanbul però è sempre rimasta la capitale culturale e commerciale della Turchia e lo è ancor oggi . Tanto per dare un’idea del livello di crescità di questa città si è passati da 700.000 abitanti  del periodo in cui Atatürk salì al potere ai quasi 14 milioni ai giorni nostri . Naturalmente Istanbul è la città più grande e prospera della Turchia .


 
 
istanbul dolmabache cancello
istanbul dolmabahce
 
 

Atatürk chi era costui ?
Andando in Turchia sentirete parlare spesso di Atatürk , il fondatore della moderna Turchia , il Padre della Patria . Già arrivando ad Istanbul , molto probabilmente , atterrerete all’aeroporto  Atatürk  . In alternativa potreste atterrare all’aeroporto Sabiha Gocken , che di Atatürk era la figlia .  Ma chi era Atatürk ?
Mustafa Kemal Atatürk (Salonicco,  19 maggio o
19 marzo 1881  – Istanbul, 10 novembre 1938) è stato un valoroso militare ed un lungimirante uomo  politico turco, fondatore e primo presidente della Repubblica Turca (1923-1938). È considerato l'eroe nazionale turco.
Nel corso della prima guerra mondiale si dimostrò valente e  brillante generale ;  fu promotore della Grande Assemblea Nazionale di Ankara (1920). Sconfisse i greci (1919-22), e ristabilì l'unità e l'indipendenza della Turchia, dopo aver deposto  il sultano Maometto VI (1922), fondò la Repubblica di Turchia (1923) e diede vita ad una serie di  impressionanti e moderne riforme nell'ordinamento del Paese, sulla base di idee e principi di  chiaro stampo occidentale.  Prima tra tutte,  rese lo stato laico ed indipendente da qualsiasi religione ,   riconobbe  la parità dei sessi ,  giusto per la cronaca,  in un periodo in cui in Italia ce la sognavamo , istituì il suffragio universale, abolì il califfato, adottò l'alfabeto latino , il calendario gregoriano, il sistema metrico decimale , l’utilizzo dei cognomi  e proibì l'uso del Fez agli uomini e di coprirsi il capo alle donne. E se questo ancora non vi pare sufficiente per l'inizio del '900….. promulgò anche un nuovo codice civile che aveva come modello il codice civile svizzero.  Insomma le riforme furono davvero radicali , moderne e lungimiranti però , al fine di garantire la stabilità e la sicurezza dello Stato, istituì  un sistema autoritario fondato sul partito unico.
Atatürk (significa appunto "Padre dei Turchi") fu il cognome che venne assegnato solo ed esclusivamente a lui nel 1934 quando egli impose l'adozione di regolari cognomi di famiglia atutti proprio come era uso nel mondo occidentale.
Mustafa Kemal morì ad Istanbul  nel 1938 nel Palazzo di  Dolmabahçe, situato sulla riva del Bosforo, nel quartiere Beşiktaş di Istanbul .  Venne però tumulato ed ancora riposa nell'Anıtkabir, mausoleo appositamente costruito per lui ad Ankara, capitale dello Stato repubblicano che egli contribuì in modo decisivo a creare.
Atatürk ,sempre molto amato, è tuttora oggetto in Turchia di una sorta di vera e propria " religione" civile. Un insulto rivolta alla sua persona è un vero e proprio reato.
A Kemal Atatürk sono dedicati, fra gli altri, il nuovo stadio olimpico di Istanbul e il principale aeroporto di Istanbul

 
 
 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu